Anche se non sono un fan dell’inverno in generale, ecco i miei 10 motivi per fare una vacanza invernale nel cuore roccioso dell’Italia, l’Abruzzo: aiuterà a bandire qualsiasi triste malinconia di metà inverno!

Come arrivare in Abruzzo

Il modo più veloce per arrivare in Abruzzo è senza dubbio il treno. Avrai la possibilità di utilizzare la Ferrovia Adriatica, la linea che collega le regioni a nord e quelle a sud della regione con la parte costiera adriatica abruzzese. Se invece vieni dal Lazio, potrai usare la Ferrovia Roma-Avezzano-Sulmona-Pescara.

Arrivato alla stazione se ne hai bisogno potrai utilizzare uno dei tanti servizi di deposito bagagli. Ti consigliamo per qualità del servizio e affidabilità Stasher.

Montagne innevate

La catena appenninica costituita dalle scoscese montagne del Gran Sasso e dalle sue più lisce pendici della Majella garantiscono un “wow” anche agli amanti del paesaggio e ai viaggiatori incalliti; non sono solo ottimi per sciare a prezzi accessibili, ma anche per passeggiare, quando le pianure boscose o le pinete più alte dell’Abruzzo sono piuttosto magiche.

Pace e serenità ovattate mentre si seguono le tracce della neve degli animali con bacche carnose e luminose e nidi di corvi di vischio appesi agli alberi, rendono le passeggiate in Abruzzo anche in questo periodo dell’anno uno spettacolo colorato e il modo perfetto per schiarirsi le idee e ispirare una freschezza della mente.

Vino Cotto

Il Vino Cotto è una bevanda tradizionale abruzzese teramana e marchigiana, usata un tempo come mezzo di conservazione del vino, ma è assolutamente delizioso, dal gusto agrodolce (agrodolce) e ti scalderà il cuore (come l’effetto dello Sloe Gin).

È una delizia meravigliosa in una giornata invernale. È delizioso sulle pere cotte che se siete fortunati verranno servite con una grossa cucchiaiata di crema al marscapone. Se ne trovate qualcuno a casa provatelo anche voi, cotto in una casseruola o per impreziosire la zuppa di cipolle.

Castelli in collina

I castelli abruzzesi sono tra i più belli d’Italia poiché i loro resti torreggiano sulle valli. Qualcosa da dire su di loro è che non sono i siti storici più curati d’Italia, ma questo fa parte del loro fascino e della loro capacità di farti sentire che stai davvero esplorando – in particolare le Rocca – che si traducono in fortezze.

La nostra preferita sarà sempre la fortezza più alta d’Italia, Rocca Calascio , 1460 metri sul livello del mare. I panorami e le passeggiate qui sono meravigliosi. Per chi preferisce abbracciare la pianura deve assolutamente provare le strade ventose di Capastrano.

Due climi

L’Abruzzo ha 2 climi: marittimo lungo la costa adriatica e continentale sulle montagne. Scendendo dall’aria frizzante di montagna delle montagne abruzzesi verso la costa, spesso puoi trovarla con una temperatura mite di 4 gradi in più.

Mentre sulla costa non c’è niente di meglio che fare una passeggiata lungo una delle famose spiagge sabbiose abruzzesi Bandiera Blu, la maggior parte delle volte deserte a parte pescatori e gabbiani.

I ristoranti costieri rimangono aperti, quindi approfittate dei loro menu turistici di bassa stagione che servono delicate cozze e, naturalmente, le linguine alle vongole.

Fumo da un fuoco di legna

C’è qualcosa di incredibilmente rassicurante nell’odore dei fuochi di legna genuini mentre cammini per i villaggi e le città di montagna abruzzesi; c’è anche qualcosa di affascinante nel guardare le fiamme tremolare e attorcigliarsi, rannicchiato con un bicchiere di Montepulciano d’Abruzzo, la conclusione perfetta di ogni giornata invernale in Abruzzo.

Scrippelle M’Busse

Per molte persone l’inverno equivale a grosse zuppe vegetariane, ma uno degli scaldini invernali abruzzesi è esattamente l’opposto, pur riempiendo e riscaldando allo stesso modo.

È l’acclamata Scrippelle M’Busse abruzzese, un brodo di pollo delicato e nutriente che viene versato sulle crepes fritte e poi arrotolate con una leggera spolverata di pecorino. Lo trovate in molti ristoranti (piuttosto che negli agriturismi) dove è un piatto più riservato alle occasioni speciali.

Avvertimento: crea abbastanza dipendenza e qualcosa che vorrai fare a casa dopo averlo assaggiato, o chiedere a un partner quando ti senti sotto il tempo!

Musei

Se c’è qualcosa che sa fare bene l’Abruzzo sono i suoi musei provinciali che sono perfetti per le giornate in cui non si scia, o se ovviamente piove e ci si trova in fondo alle valli.

Dai lupi agli orsi, ai maialini e agli ulivi, c’è molto di più delle semplici reliquie romane custodite nei musei che riflettono una storia intrecciata con la natura a tema musei d’Abruzzo.

Caggionetti

Questi sono davvero più un regalo di Natale, ma ehi se sei in Abruzzo per le vacanze di Natale questi sono qualcosa da non perdere.

I Caggionetti sono ravioli dolci fritti con un delizioso ripieno di castagne tritate finemente e mandorle tostate, cioccolato, scorza di limone, miele locale che è stato filtrato nel rum per una notte. Sono incredibilmente morish ma fortunatamente piuttosto ricchi, quindi non puoi impazzire, non importa quanto siano bravi. Abbastanza meraviglioso!

Produttori e artigiani locali

Esci dalle città abruzzesi e inizierai a trovare i negozi indipendenti più piccoli gestiti da artigiani e produttori locali. Che tu stia cercando gioielli insoliti a Scanno, degustazioni di formaggi a Porta dei Parchi o La Mascionara Campotosto, ceramiche di Castelli o una selezione di tutti a Santo Stefano o (paese collinare mediceo affacciato sulla Piana di Navelli e Campo Imperatore), sarai sicuramente in grado di trovare qualcosa di tuo gusto.

Accessibilità

Le vacanze non sono lesinare, risparmiare e preoccuparsi del costo o del danno alla tua carta di credito al tuo ritorno.

La cosa più bella di fare una vacanza invernale in Abruzzo è che anche dopo una pazzia natalizia, esplorare l’Abruzzo è una vacanza invernale conveniente che non intaccherà la tua carta di credito a differenza dei suoi vicini toscani e marchigiani.